Home PageLa campana e le sue originiSistema AmbrosianoCampaniliI CrespiI D'AddaI PruneriContattami
Campane e campanili Cremaschi
I D'Adda
I FONDITORI "D'ADDA"


Insieme ai Crespi, fu la famiglia D'Adda (capostipite fu Francesco), a tenere viva l'antica tradizione di fusione delle campane nel cremasco.
Ebbe una fonderia di campane, in ghisa e bronzo, attiva tra l'ottocento e novecento, che restò attiva fino ai primi anni sessanta, e per molti anni, si dedicò con molta passione all'arte campanaria, che venne poi tramandata nel corso degli anni, da padre a figlio.
Il riferimento, è l'anno "1840", quando Luigi D'Adda iniziò a fondere le campane, presso la ditta "Fratelli Barigozzi di Milano" coadiuato poi dal figlio Francesco.
Successivamente, nell'anno 1910, la famiglia D'Adda, si trasferì a Crema, aprendo la propria ditta, col nome di "D'Adda Francesco e Figli" ; Le loro campane, colsero subito l'attenzione per la loro ottima qualità, e per tutte le caratteristiche che valorizzano un concerto di campane.
Dalla fonderia D'Adda, partirono per tutte le parti d'Italia, concerti di campane molto importanti,  con una produzione di circa 200 quintali di bronzo annui.
Francesco D'Adda, nacque a Suna di Verbania il 30 aprile del 1863, dal padre Luigi e dalla madre Gabriella.
Il 5 agosto del 1884, si sposo con Albina Introini, e lavorò in società con i famosi fonditori "Fratelli Barigozzi" di Milano come aveva fatto anche suo padre.
Nel 1909 - 1910, si mise in società con Antonio Borella , che fu anch'esso un suo collega nella fonderia Barigozzi, e nel corso degli anni aprirono una fonderia che portò il nome di Borella e D'Adda, dove si occupava di castelli di ferro e ghisa, manutenzione degli esistenti, e di oggetti artistici di bronzo come statue, busti e corone. Francesco D'Adda morì l'11 febbraio del 1910.
Tra i figli di Francesco, ci furono Luigi e Dante, che portarono avanti l'attività di fonditori per qualche anno, e successivamente, si separarono, aprendo due fonderie diverse.
Luigi D'Adda morì il 31 dicembre 1963, e Dante D'Adda morì a Crema, il 26 gennaio 1954.


                                                                                                  Testo a cura di Stefano D.T.




Tratto dal libro "Campane e campaner" – Gruppo Antropologico Cremasco – Centro Editoriale Cremasco – Crema 2007





Home PageLa campana e le sue originiSistema AmbrosianoCampaniliI CrespiI D'AddaI PruneriContattami
Copyright 2011 campanecremasche.sitiwebs.com